STRUMENTI

Autorefrattometro

Serve per la misurazione oggettiva del potere refrattivo dell’occhio. Il valore rilevato costituisce un punto di partenza, ma non è sufficiente per determinare la prescrizione finale da eseguire sull’occhiale. Lo strumento infatti può essere facilmente ingannato da uno spasmo di accomodazione del paziente, perde di precisione quando siano presenti opacità dei diottri oculari (cataratta), pupille in miosi stretta, in presenza di fissazione instabile.

Ottotipo elettronico

L’ottotipo computerizzato è uno strumento che ha la possibilità di presentare in successione gran parte dei test visivi. Presso Ottica Renzo l’ottotipo elettronico viene impiegato largamente durante tutti gli esami visivi, con sezioni apposite dedicate ai bambini e a chi lavora a lungo al PC. Attraverso un apposito telecomando, è possibile alternare sullo schermo diversi tipi di test e analizzare alcuni dei risultati attraverso grafici o valori medi specifici.

Forottero computerizzato

Il forottero computerizzato è uno strumento innovativo utilizzato dal nostro Centro. Sostituisce per la maggior parte degli esami l'occhialino che solitamente serviva anni fa a sostenere le molte lenti durante l'esame visivo. Permette misure molto precise e sicure.

Centratore computerizzato

Il nostro centro è attrezzato con sistemi tecnologicamente avanzati e computerizzati, in grado di rilevare in relazione alla montatura scelta l'esatta posizione dei centri pupillari, l’angolazione dell'occhiale sul viso, la distanza apice corneale, la posizione sul naso, l'inclinazione delle aste. L'insieme di questi parametri tecnici dà la possibilità di cercare la massima precisione di montaggi di ogni tipo di occhiale. L’utilizzo di questi sistemi è una fase fondamentale per la corretta realizzazione di un occhiale progressivo.

Lampada a fessura digitale

La lampada a fessura è lo strumento maggiormente impiegato in contattologia. E’ costituito da un sistema di illuminazione ed un sistema di ingrandimento che, combinati tra loro, permettono di indagare in modo non invasivo l’occhio del soggetto esaminato. Presso Ottica Renzo questa osservazione viene effettuata durante tutti gli esami visivi e soprattutto nel corso degli esami contattologici pre-applicativi (valutazione del film lacrimale) e post-applicativi (valutazione dell’applicazione). Essendo in formato digitale, è possibile scattare fotografie e archiviare le immagini, per eventuali confronti nel corso di controlli successivi e/o con specialisti del settore.

Topografo corneale

La topografia corneale costituisce una tra le più importanti indagini che si sono affermate nell'ambito dell'applicazione delle lenti a contatto. Lo strumento sfrutta la capacità riflettente della cornea, proiettando su di essa, una serie di anelli concentrici. Gli anelli luminosi vengono successivamente analizzati da un computer, il quale costruisce la "mappa corneale". La procedura per eseguire una topografia corneale è estremamente semplice. In pratica l'addetto avvicina lo strumento all'occhio ed esegue lo scatto, come per una normale fotografia. L'operazione non è assolutamente pericolosa, non provoca dolore né altri tipi di fastidi. In seguito viene valutata la topografia sul monitor di un computer per verificare che non ci siano errori. Se lo scatto è stato eseguito correttamente la topografia comprende tutta la cornea e mostra gli eventuali difetti e irregolarità. A questo punto si esegue una normale stampa con una stampante a colori con tutte le informazioni sulla vostra cornea. Grazie a questa tecnologia siamo in grado di costruire qualsiasi lente a contatto customizzata.

Share by: